F4 Italia | Imola 2022: Alex Dunne domina Gara 2 | P300.it

Prima vittoria in F4 Italiana per il pilota irlandese, con la US Racing che fa doppietta con il secondo posto di Sztuka. Wharton completa il podio, incredibile rimonta di Camara fino all’ottavo posto, Antonelli ancora sfortunato.

Alex Dunne ha vinto Gara 2 della F4 Italiana su Imolaconquistando così la sua prima vittoria in carriera nella serie nostrana al termine di una gara che lo ha visto protagonista indiscusso per tutta la gara.

Partito sesto per via di una penalità ricevuta dopo le qualificato che gli è costata la pole position, Dunne è stato autore di una grande partenza che lo ha portato al terzo posto già al termine del primo giro. Il pilota irlandese riesce poi a portarsi piuttosto agilmente al commando all’inizio del quarto giro superando Ivan Domingues all’esterno del Tamburello. Una volta avuta pista libera, Dunne è stato costantemente il più veloce in pista costruendosi un notevole vantaggio sugli inseguitori fino a superare i cinque secondi prima dell’ingresso in pista della Safety Car, avvenuto al tredicesimo giro per via dell’incidente alla Rivazza tra Marcos Flack, Brando Badoer, Arias Deukmedjan, con questi due costretti al ritiro.

La gara è ripartita per gli ultimi due giri, con Dunne che riesce nuovamente a prendere il largo per poi involarsi la bandiera a scacchi davanti al suo compagno di squadra nella US Racing Kapper Sztukaalso lui al suo primo podio in carriera nella Formula 4 Italiana e saldamente in seconda posizione prima della neutralizzazione della gara, riuscendo poi a prendere il largo insieme a Dunne nella ripartenza, regalando al team tedesco la prima doppietta nel campionato 2022.

US Racing ha rischiato anche di monopolizzare l’intero podio grazie a Marco Amandautore di una straordinaria gara in rimonta che dalla 13° posizione l’ha visto chiudere quarto, arrivando anche ad incalzare James Wharton per il podio negli ultimi giri, con il pilota della Prema che è riuscito a difendere il proprio posto terzo per il suo primo podio nel campionato nostrano, anche lui autore di diversi sorpassi che gli hanno permesso di risalire la classifica.

Quinto posto per Martinius Stenshorneottenuto grazie ad un notevole sorpasso al Tamburello su Maya Weug, sesta al traguardo e beffata dalla Safety Car, dato che alla ripartenza ha perso due posizioni a vantaggio di Amand e dello stesso pilota norvegese. Settimo posto per Ivan Dominguesautore di un’ottima partenza che lo ha visto passare al comando ma poi non ha avuto ritmo per tutta la gara venendo facilmente sorpassato di continuo.

La miglior rimonta della gara, però, l’ha realizzata Rafael Camarache dopo la vittoria in gara 1 ha concluso Gara 2 in ottava posizione dopo esser scattato dalla penultima fila, in 31° posizione; il pilota brasiliano ha sfruttato a suo favore la Safety Car arriva una multa gara per entrare in zona punti, riuscendo ad avere la meglio su Nikita Bedrin Negli ultimi metri di gara, con il pilota della PHM Racing relegato in nona posizione davanti al suo compagno di squadra Taylor Barnard10° al traguardo.

Pedro Clerot 11° chiude dopo esser partito dalla seconda fila seguito da Andrea Alfio Spina, autore di un’altra buona gara conclusa in 12° posizione risultando nuovamente il migliore tra gli italiani. Il pilota di BMW Motorsport ha preceduto sul traguardo Fredrik Lundautore di una pessima gara che dalla pole position lo ha visto crollare fino alla 13° posizione finale.

Andrea Frassineti 23° chiude davanti ad Andrea Kimi Antonelli, vittima di un’altra gara complicata in cui è stato costretto a sostituire l’ala anteriore della sua Prema al termine del secondo giro per via di un contact. Antonelli ha chiuso a Corrado Laursenanche lui costretto a sostituire l’ala anteriore al primo giro dopo un contact con Oleksandr Partyshev alla Variant Alta, con il pilota ucraino finito in testacoda. Giovanni Maschio ha seguito il gruppo dei piloti italiani arrivando al traguardo in 29° posizione.

Gara Classica 2:

Immagine: acisport.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.