Fabian Ruiz, addio al Napoli? Le possibili mosse di Giuntoli per lo spagnolo

Con la matematica conquista della qualificazione in Champions League e la possibile conquista del terzo posto già domenica prossima battendo il Genovai pensieri dei tifosi del Napoli inizia ad essere sempre di più rivolti al calciomercato. L’estate infatti potrebbe portare molti cambiamenti alla rosa azzurra della prossima stagione, con la riduzione del monte ingaggi che potrebbe causare qualche rinuncia dolorosa. La prima già c’è stata ed è quella di Lorenzo Insegneil cui addio direzione Toronto è ufficiale già da un po’.

C’è invece ancora grande incertezza relativa a Fabiano Ruiz: è notizia di oggi quella di un imminente incontro fra il ds del Napoli Cristiano Giuntoli e il suo agente, fissato prima ancora della fine del campionato. Probabilmente sarà qui che si decideranno le sorti del centrocampista spagnolo, il cui contratto scade nel luglio 2023. L’impressione è che si tratti di un giocatore tutt’altro che incedibile e che, in assenza di rinnovo, la sua partenza diventerebbe praticamente certa.

A questo punto, sembra giusto iniziarsi a chiedere quali possono essere le mosse del Napoli per rimediare ad un eventuale addio di Ruiz poiché le selezioni su questo ruolo potrebbe stravolgere totalmente gli equilibri tattici della squadra azzurra. Bisognerà però innanzitutto valutare le intenzioni di spalletti (la cui permanenza non sembra in dubbio) relativamente ad alcuni calciatori già presenti in rosa, dato che potrebbero incidere profondamente sul modulo di gioco e, di conseguenza, sull’identikit del possibile istituto di Fabiano.

Foto: Getty Images- Dries Mertens

Stai continuando a colpire il tandem Mertens-Osimhen?

Il primo di questi è senza dubbio Asciuga Mertens: la coesistenza fra lui e Osimhen vista nelle ultime partite continuerà così nella prossima stagione? Per rispondere a questo quesito bisognerà però prima chiarire il futuro del belga, il cui contratto scade già in questo giugno. Si stanno intensificando le voci su un suo possibile rinnovo, ma non è ancora chiaro se condizione di questo sia un maggiore impiego rispetto a quello visto quest’anno.

Se quindi si dovesse proseguire sulla falsariga delle ultime gare, confermando l’assetto che prevede la coppia Mertens-Osimhenil sostituto di Fabian Ruiz dovrà avere caratteristico difensivo per poter permettere alla squadra di avere un minimo di equilibrio nonostante la presenza di due attaccanti puri. Sarebbe quindi da scartare, per fare un esempio, un nome alla Barak, con caratteristiche più offensive e schierabile più come mezzala o trequartista che come mediano in e 4-2-3-1. L’identikit, in questo caso, sarebbe quindi equivalente a quello di un Registrati.

Anguissa e Lobotka quanto sono compatibili?

Dal momento che valutare anche le posizioni di Anguissa e Lobotka. Il camerunense, a meno di imprevisti, dovrebbe essere riscattato, e dunque proseguire il suo percorso a Napoli.

I due in alcune partite hanno giocato anche insieme in un centrocampo a 3 in cui il terzo era membro proprio Fabiano Ruiz. Sarà possibile rivederli insieme anche in un centrocampo a due? La risposta a questa domanda potrebbe incidere anche sul budget da investire per il sostituto di Fabian. Il Napoli infatti potrebbe anche scegliere di puntare su Anguissa e Lobotka venire coppia titolare di centrocampo e di investire la somma incassata dalla cessione del centrocampista spagnolo più su altri ruoli che su un ulteriore centrocampista.

Foto: Getty Images-Anguissa

È possibile passare al 4-3-3?

La soluzione definitiva che si può ottenere da un accantonamento del 4-2-3-1 per un passaggio al 4-3-3. In questo caso, si porterebbe a valutare l’acquisto di una mezzala che andrebbe ad occupare il terzo slot del centrocampo azzurro al fianco di Lobotka e Anguissagiocandosi magari il posto con Zielinski e Elmas.

In sostanza, sembra difficile prima di le mosse del Napoli nel prossimo calciomercato poiché tanti sono gli incastri che possono incidere sulla scelta dei giocatori da acquistare. Starà al ds Cristiano Giuntoli il compito di calibrare bene queste scelte, concordando ovviamente ogni mossa con l’allenatore per evitare errori.

Leave a Reply

Your email address will not be published.