Forlì: serie playoff per “vecchie” volpi del parquet (come Vitali)

Cantù - Forlì: serie playoff per “vecchie” volpi del parquet (come Vitali)

© foto di pallacanestrocantu.com

Se volete vedere giovani talenti in ruoli da protagonista, meglio che lasciate perdere questa serie tra Cantù e Forlì: quindi no spareggio ogni puntata può essere estremamente diversa dall’altra, il copione di gara-1 (vinta nettamente dai brianzoli per 77-55) Già racconta che sarà una faccenda tra “vecchie” volpi del parquet. A partire dal neo-acquisto Luca Vitali (36 anni, 8 punti, 5 assist e 4 rimbalzi al suo esordio in biancoblu), che a parole – da ragazzo intelligent qual è – dichiara di voler solo accomodarsi al servizio della squadra ea fatti – da leader quale sa essere – la prende subito per mano dall’8° minuto, non appena fa il suo ingresso in campo, per mandarla in fuga fino al 47-30 dell’intervallo, un gap che gli ospiti non riescono di fatto più a colmare.

Siccome tra gente di esperienza (e tra ex-compagni) ci si intende subito al volo, il primo a ricevere un passaggio vincente dal nuovo arrivato è ovviamente Marco cusino (37 anni, 12 punti, 5 rimbalzi), che inizia a percorrere su e giù il colorato come ai tempi di Cremona e della Nazionale, certo che quello sarà anche il primo di una lunga serie di palloni da depositare nel cesto da qui in avanti . Mentre il capitano Matteo Da quando Ros (32 anni, 2 punti, ma 11 rimbalzi e 5 assist) appaiono subito sollevato dall’avere un altro veterano con cui condividere certe fanno responsabilità, dedicandosi con ancora più concentrazione a quelle tante piccole e grandi cose che non finiscono tutte a tabellino ma la differenza in una partita, ancora di più se di playoff.

Nel cast di supporto “under 30”, con Zack brian out per informunio, il più recettivo nell’adattarsi alla sceneggiatura (ea capire al certi gesture con la testa di vitali degni delle “vecchie” volpi della briscola, come per esempio sul consegnato da rimessa per il tiro del 33-23, primo vantaggio in doppia cifra del match) è Francesco Stefanelli, che non a caso chiude con 12 punti, 4 assist e altrettanti rimbalzi, oltre a 20 di valutazione, seconda migliore di squadra dopo quella dello stesso Vitali (24). Anche Trevon tuttia dispetto di una faccia che spesso tradisce una condition ancora da recuperare e di una mano poco precisa (5/9, 1/5 nelle triple), con il passare dei minuti riesce a ritrovare i suoi spazi per 13 punti da top- marcatore.
In doppia cifra finire poi anche Stefan Nicolic (10, con 2/3 e 2/2 da oltre l’arco), prezioso soprattutto nella terza frazione per contenere l’unico tentativo di rientro di Forlì, e Jordan Bayeh, che dopo essere stato condizionato dai falli nella prima parte mette insieme nel “tempo della spazzatura” la metà dei suoi 12 punti. E che, tra le giocate scontate di Vitali e quelle potenziali di Bucarellipotrà avere diversi altri tabellini a due cifre in questa serie se saprà imitare al meglio quel movimento da vero centro di una volta che è il marchio di fabbrica di Cusin.

Vieni fatto lì l’allenatore Marco Sodini a fine partita, poiché elogiare poi il lavoro difensivo di tutta la squadra, brava anche e soprattutto a mettere la museruola ad altre due due “vecchie” volpi del parquet come Giachetti (1/8 al tiro, 2 assist) e Luca (3/15 al tiro, 2 assist) per mettere in difficoltà tutto l’attacco dell’Unieuroche vede i soli Bolpino e Pullazi in doppia cifra (11 a testa). Lunedì 9 maggioore 20.30, è già tempo di andare di nuovo in scena e l’augurio dei tifosi canturini (inclusi ovviamente gli Aquileche hanno restituito la miglior colonna sonora possible ai match del PalaDesio) può essere solo quello che gara-2 sia una replica di gara-1, anche se allenatore Sandro Dell’Agnello non mancherà di mettere in atto gli opportuni aggiustamenti. Quanto a noi, ci aspettiamo che da una parte come dall’altra sarà anche questa volta una faccenda soprattutto tra “vecchie” volpi del parquet. Ah, dimenticavamo… manco a dirlo il 9 maggio è anche il compleanno di Luca Vitali. (Paolo Corio)

Leave a Reply

Your email address will not be published.