Giorgi si ritira al primo turno contro Tomljanovic

Torna il grande tennis in Sicilia con i Palermo Ladies Open-WTA 250in programma dal dal 16 al 24 luglio sui campi in terra rossa del Country Time Club. L’edizione n.33 è stata presentata a Roma nel corso di una conferenza stampa nella quale il presidente del club, Giorgio Cammarataed il direttore del torneo, Oliviero Palmahanno sottolineato come “Il 2022 benedetto fino al momento alla ‘normalità’, dopo l’emergenza di una pandemia”.

Il campo centrale potrà contare sulla piena dotazione dei 1.800 a posti l’intera area del circolo destinato al torneo, non avrà più barriere alla seconda. “Con lo stesso entusiasmo del 1988, quando ci avventurammo nella prima organizzazione del torneo – ha deto Cammarata – presentiamo la 33^ edizione di un torneo secondo in Italia solo agli Internazionali del Foro Italico. Lo scorso anno, nonostante la concomitanza con il torneo olimpico, abbiamo lanciato una giocatrice come Danielle Collins potendo contare su 9 milioni di telespettatori in 82 Paesi al mondo per complete 2.072 ore di trasmissione”.

Anche quest’anno le partite del tabellone saranno principali trasmesse da Rai e SuperTennistra me e te tv internazionale sono di Media WTA. La trasmissione verrà affidato così quest’anno a crionetto che produrrà tutte le partite di singolare e doppio. “Le novita? Il montepremi è aumentato da 250 a 275 milioni di dollari – ha spiegato il direttore del torneo, Oliviero Palma – siamo felici dell’ennesimo riscontro degli appassionati che, senza conoscere i nomi delle giocatrici iscritte, hanno Già acquistato più di 2.500 biglietti. Il pubblico e gli sponsor restano la reale forza di un torneo che si autofinanzia senza alcun contributo pubblico. Una politica che negli ultimi anni si è rivelata vincente, considerando che abbiamo chiuso il bilancio di pareggio”.

Il 33° Palermo Ladies Open avrà un tabellone principale di 32 giocatrici, mentre 16 saranno le coppie che parteciperanno al torneo di doppio e 24 le tenniste ammesse tutte le qualifiche. Le partite delle qualifiche si giocheranno sabato 16 e domenica 17 luglio, mentre da lunedì 18 devono iniziare i match del tabellone principale con finale programmata per domenica 24 luglio. La sessione pomeridiana di partite avrà inizio alle ore 16, mentre quella serale alle 20.

Si giocherà con le palline Dunlop. Il Country Time Club di Palermo ha firmato un accordo triennale che vede il marchio anglo-giapponese come palla ufficiale di tutte le attività tennistiche svolte all’interno del Circolo. La palla usata per il torneo sarà la Dunlop Fort Clay Court, usata anche agli Internazionali BNL d’Italia e riconosciuta come una delle migliori palle da tennis per la terra rossa al mondo. Il 2022 segna, inoltre, una svolta verde per il circolo palermitano: l’illuminazione di tutti i campi è adesso con luci a led, sistema che consenti di eliminare – durante il torneo – un generatore esterno a gasolio. Realizzato in una nuova ampia area relax con prato di ultima generazione che non necessita di irrigazione.

Il tavolo della WTA Roma

LE DICHIARACIONI

Tatiana Garbincapitano della nazionale italiana di Fed Cup: “Sono legato a questo torneo da ricordi nazionali meravigliosi che ho vissuto da giocatrice e da capitana della italiana. Ricordo che ogni volta che vincevo il direttore riceveva un givettone personale. Quando torno a Palermo mi sento in famiglia, voluta bene. E una piacevole sorpresa ogni volta che torna. È importantissimo avere un torneo così di valore. Palermo è un trampolino di lancio che permette ai giovani giocatrici di confermarsi nel circuito maggiore. Qui tutto composto le migliori tenniste al mondo, quindi non posso che invitare il pubblico a venire. Per le giocatrici italiane è molto importante. Ne è un esempio il risultato ottenuto ad Alghero dalle nostre ragazze nella Billie Jean King Cup contro la Francia. Giorgi, Paolini, Trevisan, Cocciaretto, Bronzetti si sono sempre trovati benissimo e vedere il torneo come un importante palcoscenico”.

Nicola Pietrangeli: “Ho un ricordo che non tutti sanno di Palermo. Il primo incontro di Coppa Davis in televisione in diretta e credo addirittura il primo incontro sportivo in tv è stato un incontro di Coppa Davis giocato a Palermo dall’Italia e dalla Polonia. Venivamo in nave da Napoli, quasi come profughi. Che Bellezza. Noi giocavamo senza soldi, non ce n’erano. Però stavamo a Mondello. Quello è già un regalo. Il tempo era sempre bello. Il fatto che ci sia un torneo così importante a Palermo, fatto in casa, è bellissimo. Vi porto i saluti del presidente Angelo Binaghi che sta aterrando da Miami. Incredibile interesse per il tennis. Faccio un grande in bocca al lupo al torneo”.

Giorgio GiordanoPresidente FIT Sicilia: “Questa è una location fantastica per questo torneo, il fiore all’occhiello degli eventi che abbiamo sportivi in ​​Sicilia. La direzione del torneo ha la concessione al comitato regionale di una wild card per la classifica delle qualifiche che noi assegneremo attraverso un Torneo ad inviti fra le migliori ottotrici siciliane. Sperando di coinvolgere anche gli altri circoli”.

Oliviero PalmaDirettore del Torneo: “Da 33 anni portiamo avanti questa manifestazione. La ripartenza del 2019 è stata meravigliosa, subito la decisione ardua di organizzare il torneo senza contributi pubblici. Siamo ripartiti contando solo dai fondi dei biglietti, i tuoi diritti televisivi e i tuoi nostri partner. Per la prossima edizione abbiamo già venduto 2.500 biglietti e ci auguriamo il tutto esaurito. Not c’è ancora l’entry list che conosceremo 30 giorni prima dell’evento, ma sono sicuro che anche quest’anno il torneo avrò lo stesso interesse e spettacolo delle scorse edizioni. Nel 2019 ha vinto Jil Teichman che la scorsa settimana si è qualificata ai quarti di finale al WTA 1000 di Madrid e oggi è nella top 30. Nel 2020 abbiamo organizzato un grande evento nonostante le complicazioni alla pandemia. In quell’anno la finalista è stata Anett convogliareoggi top 10. L’anno scorso, invece, ha vinto Danielle Collins, sopra il numero 8 e ultima finalista degli Australian Open. Siamo convinti che la prima testa di serie, anche quest’anno, possa essere una primi 10. Sul campo centrale avremo la massima capienza e non ci saranno più coinvolti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.