Portanova, processo per stupro di gruppo. Le frasi della ragazza

Nelle carte degli inquirenti le parole della senese che ha accusato l’attaccante, oggi al Genova, e tre suoi amici per i fatti del maggio 2021: “Ho detto che non volevo, ma non si sono fermati”. La difesa del giocatore pensa al rito abbreviato

Potrebbe essere richiesto insieme il rito abbreviato per il calciatore genoano Manolo Portanova, rinviato a giudizio con l’accusa di violenza sessuale di gruppo ad altre tre persone, sulla base di una denuncia presentata quasi un anno fa da una studentessa dell’Università di Siena , per un fatto avvenuto a Siena nella notte fra il 30 e il 31 maggio dell’anno scorso.

“Chiederemo il rito abbreviato”

L’avvocato Gabriele Bordoni, legale del centrocampista genoano, proprio in considerazione del clamore e della sovraesposizione mediatica di questo caso, in accordo con il giocatore medesimo e con la sua famiglia, ha anticipato sua intenzione già al pubblico ministero, dottor Marini, e al Gip, in attesa di perfezione i termini della richiesta nei tempi previsti dalla legge. Prima essere depositati gli ultimissimi documenti poiché acquisire agli atti. L’intenzione è comunque di quella di richiedere il rito abbreviato “condizionale” (e non secco), che consentebbe quindi una implementazione istruttoria. Cioè, la presentazione di alcune si rivelano particolarmente rilevanti per il processo. L’avvocato Bordoni ha parlato alla Gazzetta di un “processo delicatissimo da tutti i punti di vista, avvocato serve la massima attenzione quando si parla di processi che riguardano giovanissimi”.

LE CARTE

No giorni scorsi Il Secolo XIX ha pubblicato alcuni stralci delle carte relative all’inchiesta, dove si parla di “percosse, sputi, violenze insulti e di accanimento animalesco sul corpo della ragazza concepito come un oggetto”. Secondo la denuncia della giovane, nella sera del 30 maggio 2021 lei si sarebbe dovuto incontrare Portanova a una festa, ma era all’oscuro della presenza degli altri soggetti che si dove poisati nella stanza si trova con il giocatore rossoblù . “Ho detto che non volevo, ma non si sono fermati. Ero esausta, chiedevo di andarmene, di chiamare la mia amica, ma mi veniva detto che era in bagno e non poteva intervenire”. La ragazza, all’epoca ventiduenne, è stata poi medicata al pronto soccorso della città toscana con una prognosi di quaranta giorni, avendo riportato una serie di lesioni serie per una vicenda che le ha provocato anche un forte stato di stress. Negli atti figura anche una serie di messaggi sui social che uno dei presenti ha inviato alla giovane nelle ore successivamente al fatto (“Hai ancora voglia?”, e poi “Come stai?”, per chiudere la mattina successiva, con tono più preoccupato: “Sei viva?”), con toni evidentemente differenziati.

LA DIFESA DI MANOLO

In questi mesi, la difesa di Portanova ha acquisito nuovo materiale all’inchiesta, anche se oggi il principale intento professionale dell’avvocato Bordoni è quello di provare perlomeno ad abbassare l’esposizione mediatica di tutti i protagonisti. “La vicenda – puntualizza il legale – viene trattata in termini unidirezionali, con alcune inesattezze e senza considerare, perché non noti, tutti gli sviluppi dell’indagine”. E ancora: “Sin qui, negli stretti imposti dal mio, ho detto il dialogo con la stampa, senza criticarne l’operato. Ma dopo avere visto i miei assistiti – assolutamente nella cui innocenza credo, conoscendoli sin da quando erano bambini – Dipinti nei termini in cui si è letto in questi giorni, sento il dovere di questere mie riflessioni.Senza tono polemico, né esterna protesta e nemmeno per anticipare temi difensivi, ma solo per invitare tutti a recuperare quell’equilibrio e quella suprema che devono Guidare l’informazione, nell’interesse equidistante di tutte le parti coinvolte nel processo”.

le parole di portanova

Lo stesso Manolo Portanova respinge le accuse: “Da mio padre e dal mondo dello sport ho ereditato valori sani e il rispetto per tutti, in particolare per le donne. Sono addolorato per i danni psicologici patiti dalla ragazza”, ha fatto sapere sempre tramite il così legale.

.

Leave a Reply

Your email address will not be published.