“Quando non mi incavolerò più in campo sarà ora di ritirarmi”

F. Fognini b. (PR) D. Thiem 6-4 7-6(5)

Bella vittoria di Fabio Fogniniche gioca una delle migliori partite della sua stagione sul centrale del Foro Italico per battere un Dominic Thiem in bella ripresa. Il risultato finale, 6-4 7-6, regala agli appassionati romani la prima vittoria azzurra di questo lunedì. Fognini, apparso motivato e pronto dal punto di vista fisico, avrebbe potuto chiudere con più facilità ma l’Austriaco, che secondo sta tornando in queste sul circuito dopo un lunghissimo stop, ha alzato il livello del suo gioco sul finire del set, forzandolo al tie-break con alcuni colpi che hanno avuto i suoi tempi migliori. Fognini, tuttavia, è riuscito a rimanere concentrato chiudendo comunque nel previsto set. Per lui al secondo turno si profila un possibile derby con Jannik sensoche dovrà vedersela prima con Pedro Martinez.

Fabio è stato artefice di una prestazione ottima: preciso da fondo, pulito e lucido nelle scelete. May sopra le righe e pochi regali, variando e creando gioco il più possibile, onde evitare il pressing asfissiante e la generosità da fondo dell’austriaco. Un Domenico che è apparso alla costante ricerca di sé stesso e dei tempi che furono, alle volte azzardando troppa foga nei colpi e commettendo tanti errori di pura frustrazione, anche dettati dal non aver avuto neanche un regalo dall’altra parte della rete. Ciò non toglie che comunque Fabio ha dovuto sudare su ogni punto e mai ha potuto godere di tranquillità vera. Ora per lui al secondo turno si profila un possibile derby con Jannik sensoche dovrà vedersela prima con Pedro Martinez.

LA PARTITA – Subito brividi per Fabio che, avanti 40-0 in seconda partita, far rientrare Thiem e fronteggia una palla break, ma se la cava con un buon servizio e dritto. Chiude e muove il suo tabellino, deve cambiare e mandare in confusione gli schemi fissi dell’austriaco. Dominic inizia benissimo questo match, con solidità e concedendo poco, anche in termini di occasioni, a Fabio. Seguono altre due palle break annullate da Fognini nel quarto game, che prima mette quattro punti di fila regalali, poi mette quattro punti di fila giocando sulla benissimo, specie comandando seconda chance per Thiem e chiudendo a rete. Per la prima volta si issa ai vantaggi in risposta il n.56 al mondo, con qualche aiuto del campione dello US Open 2020, il quale subito però se la cava pesare (come sempre) il suo ottimo kick da sinistra, una chiave del suo gioco. Proprio sul tramonto del primo parziale arriva il primo break, e con gaudio del Centrale è a favore di Fognini: l’inattività si fa sentire per l’austriaco, che inizia a sbagliare un po’ di più, e un errore di dritto sulla seconda palla break regala un insperato vantaggio a Fabio senza bisogno di strada. Chiude poi senza farsi pregare Fognini, in un turno di servizio senza patemi. Un 6-4 giusto, con più occasioni per Thiem in realtà, ma sul gioco si è espresso meglio l’azzurro, che sfrutta le condizioni precarie del suo avversario, solo alla quinta partita in season.

Subito anche nel secondo partziale per il nostro problema, nel secondo gioco, con qualche errore di troppo: annulla però con coraggio la palla break attaccando in controtempo e ricamando. Continuano invece i turni di battuta comodi per Thiem, che mostra ogni tanto sbracciate di rovescio poderose e soluzioni alternative per sorprendere Fognini. Nel quinto game n.162 al mondo è costretto ai vantaggi, rischiando, a causa dei buoni errori che commette di arrivare a un Fabio che da parte sua sembra attendere lo strappo decide come regalo. Nel settimo gioco arriva l’attesa della rottura dell’equilibrio: un Thiem sempre meno nelle scelte lucide (voglia continua di spaccare il campo e la palla col rovescio, che porta errori), fa arrivare a palla break Fognini, e gliela regala con un errore. Bravo Fabio a non trasparire emozioni ea non concedere nulla come errori, cause frustrazione nell’avversario. Conferma con tranquillità il break l’azzurro, sereno e lucido da fondo, quasi stesse disegnando il campo, godendo anche dell’affanno negli spostamenti dell’austriaco.

Ma proprio sul più bello, Thiem sembra rinverdire gli antichi fasti: nel momento in cui Fognini serve per il match, l’avversario sale di livello iniziando a sbagliare molto meno sul rovescio, anzi incidente molto di più. Annulla anche un match point, per poi prendersi il break e confermarlo conquistando 7 punti di fila. Domi è salito, Fabio deve essere bravo a tenere mentalmente e non crollare. Al tie-break, pur con qualche patema in più del previsto (si arriva a 5-5) Fognini riesce ad avere la meglio di un Thiem che fino alla fine non molla nulla, creando buone soluzioni e lasciando intravedere quello che è stato in passato , in un paio di scambi micidiali. 7 punti a 5 in favor del ligure, che trova ancora più onore contando che ha affrontato la miglior versione dell’anno dell’austriacobattendolo per la seconda volta su due al Foro Italico (un plauso al pubblico, calorosissimo dal primo all’ultimo punto).

LE PAROLE A CALDO – Ai microfono di Sky Sport, Fognini sul campo del Foro Italico ha spiegato: “Sono contento. Gli ultimi due anni sono stati difficili per tutti, soprattutto per me. Dopo l’operazione alle caviglie ho vinto poche partite”. L’inviato Sky, Meloccaro, fa una battuta sulla mise in stile gessato con cui si è presentato Fognini in campo. Fabio risponde con un sorriso e poi continua: “Ora devo recuperare bene dalle fatiche di oggi, sicuramente domani mi sveglierò con qualche dolore. Il derby con Sinner? Sarebbe bello giocare con un altro italiano, soprattutto perchè più giovane”.

Il tavolo dell’ATP Roma

Leave a Reply

Your email address will not be published.