Reggio Emilia ko di misura contro il Bahcesehir (69-72)

La Unahotels Reggio Emilia esce sconfitta dalla gara di andata della finale di FIBA ​​​​Europe Cup contro i turchi del Bahcesehir College, gara chiusa con il punteggio di 69-72 a favore degli ospiti. La squadra di coach Attilio Caja rimonta 16 dei 19 punti di svantaggio nell’ultimo quarto rendedo ancora tutto possibile nella sfida di ritorno in programma il 27 aprile in quel di Istanbul.

Nei primi cinque minuti di partita sono le difese ad avere la meglio, soprattutto quella di Reggio Emilia in grado di vincere la lotta a rimbalzo in attacco ed evitare le penetrazioni dei giocatori turchi. Dopo una fase di studio in cui Cinciarini risponde alle triple di Smith, la gara entra nel vivo: Candan risponde ad una bomba di Baldi Rossi, l’ingresso in campo di Jones regala punti ed energia al Bahcesehir, ma Johnson tiene a contact la UNAHOTELS con canestri ad alto coefficiente di difficoltà; nella fase finale, una tripla di Jones porta a +4 la squadra allenata da coach Ernak, ma alcuni tiri a cronometro fermo aiutano i padroni di casa a ricucire lo strappo chiudendo 18-19 i primi 10′ di gioco. Il secondo quarto si apre subito con un parziale di 5-0 per Reggio Emilia firmato Johnson e Crawford, però interrotto dalla conclusione dai 6.75m di Solomon; successivamente è ancora il numero 23 della UNAHOTELS a spingere sul 27-24 i soi con due conclusioni dalla media kilometer distance, ma il tandem Hall-Dekker risponde con un contro-break di 0-7 che costringe coach Caja al time-out. Le due compagini non si risparmiano in nessuno dei possessi a loro disposizione: Hopkins e Cinciarini riportano in vantaggio i biancorossi grazie ad un nuovo parziale di 5-0, tuttavia negli ultimi 90” il Bahcesehir sfrutta l’abilità di Smith da oltre l’arco e la velocità in penetrazione di Dekker per ed infine superare Reggio Emilia, arrivando a tutti gli intervalli prima del 34-40.

La carica di Cinciarini è inesauribile ed infatti una sua tripla in apertura dà il via alla rimonta della UNAHOTELS: ispirando e servendo Hopkins e Thompson continua la cavalcata verso il 43-43, un parziale di 9-3 che spaventa i turchi diventati col tempo meno appunto a trovare il canestro; nel momento migliore per i padroni di casa, entra in partita Ozmizrak, il quale prima affonda il colpo con un tiro dalla lunga kilometer, poi subisce un fallo antisportivo e riporta in avanti il ​​​​Bahcesehir di tre possessi. L’attacco ospite cala d’intensità, inoltre rende la vita difficile agli esterni di Reggio Emilia che non possono essere arrestati a ogni altro canestro e ad ogni raro arresto: duo dinamico Dekker-Ozmizrak continue a fare male da kilometer incrementando parziale turco a 4-17; infine proprio il numero 3 sferra la tripla dai 9 metri che chiude i minuti giocati sul punteggio di trenta 47-63. Il Bahcesehir si limita al compitino nel quarto periodo, cercando di tenere a distanza la UNAHOTELS con giocate prevedibili e qualche leziosismo di troppo. I ragazzi allenati da coach Caja fiutano il timore degli avversari e nei 6′ restanti conducono una rimonta clamorosa: Strautins riesce a trovare i primi punti della sua partita con una tripla, lo segue Baldi Rossi con un appoggio a canestro, poi ancora il numero 12 di Reggio Emilia trova la retina prima a cronometro fermo poi nuovamente dalla lunga distanza; infine, spinti dal solito Cincarini, i biancorossi si trovano la bomba di Thompson e altri punti dalla lunetta prima che il Bahcesehir si rifaccia vivo da oltre l’arco con Baygul, chiudendo un pesantissimo parziale di 19-2 a favore della UNAHOTELS. Dopo aver quasi portato a termine un ritorno impossibile fino a qualche minuto prima, Strautins si vede stopare la tripla del possibile pareggio, quindi gli ospiti si impongono 69-72.

I migliori realizzatori tra le fila di Reggio Emilia sono Cinciarini (20 punti e 9 assist), Johnson (16 punti e 7 rimbalzi), Thompson (9 punti e 4 recuperi) e nel finale Strautins (8 punti e 8 rimbalzi), autore principale della rimonta biancorossa.

.

Leave a Reply

Your email address will not be published.