Serie A1 femminile, la Virtus Bologna domina la Reyer Venezia: 65-36 il finale

Non c’è partita alla Segafredo Arena tra la Virtus Bologna, con la novità Gianolla in panchinae l’Umana Reyer Venezia. Gara 3 di semifinale finisce con un perentorio perentorio 65-36 e per il campionesse d’Italia in carica tornano i fantasmi dei match di campionato e di Coppa Italia contro le virtussine.

Decisiva per la vittoria delle bolognesi l’importante prestazione difensiva, in particolare nel secondo tempo quando concedere alle venete appena 13 punti. In attacco brilla Cecilia Zandalasini che chiude il referto in doppia doppia, 11 punti e 12 rimbalzi in una gara in cui gioca da solo 25′ minuti per un problema fisico. Domenica 24 aprile al Taliercio, palla a due alle ore 16, la gara decisiva.

La data del match arriva al commento dell’allenatore Angela Gianolla: “Non c’è molto da commentare, mi sembra molto chiaro quello che è successo stasera. Le ragazze avevano tanta energia in corpo che hanno fatto una gara perfetta: quando riconoscono le loro potenzialità e la loro energia un passo avanti importanti come crescita individuale e di squadra. Una partita in cui siamo stati belli da vedere. Adesso siamo pronti a rispondere dopo la prima partita ma dobbiamo passare il lavoro adesso.”

la partita L’inizio vede la vittoria delle difese, il punteggio si sblocca dopo ben 2’30” grazie a Ndour. Bologna trova il primo canestro addirittura dopo 3’30”, ma in 30” Barberis firma 5 punti, poi è Bestagno a riavvicinare le orogranata sul 5-4 al 4′. A questo punto, la Virtus inizia a giocare più sciolta ed arriva un parziale di 8-0 che costringe coach Mazzon al time out sul 13-4 al 7′. L’Umana Reyer torna a segnare dopo 3′ con l’and-one di Anderson del 13-6, poi un altro libero della numero 12 e il canestro di Madera valgono il 16-10 al 9’30”, prima di chiudere il primo quarto sul 18-10.

Anche l’avvio di secondo quarto vede polveri bagnate su entrambi i fronti. Battisodo segna la tripla del 21-10 al 12′, risponde subito Thornton da 2, ma sempre dall’arco Zandalasini trova il +12 (24-12) al 12’30”. Anche Bologna si ferma in attacco, ma l’Umana Reyer ne approfitta solo in parte: un canestro e un libero di Ndour e 24-15 al 14’30”. Poi, tra i time out delle due panchine a cavallo di metà periodo, la tripla di Dojkic e il canestro di Zandalasini aggiornano il massimo divario sul 29-15 al 16′.

Le orogranata escono comunque bene dall’interruzione di coach Mazzon: un altro e-one di Anderson porta Bologna al bonus, con diversi viaggi in lunetta (tra cui quello sul terzo fallo di Dojkic) che, insieme a un canestro di Ndour, riportano l ‘Umana Reyer sotto la doppia cifra di ritardo (31-23) al 18′. Il finale del tempo vede però un nuovo 9-0 Segafredo, davanti a sé, al rientro negli spogliatoi, sul 40-23, in una prima metà di gara da 22% al tiro e 0/7 da 3 per l’orogranata.

Al ritorno sul parquet dopo la pausa lunga si riparte con un doppio 1/2 dalla lunetta (Barberis e Bestagno), ma Bologna è più reattiva e vola sul 45-24 al 22’30”. Finalmente, per mano di Anderson, arriva al 23′ la prima tripla veneziana (45-27) anche se, nonostante il quarto fallo di Dojkic (sfondamento su Attura) a metà quarto coach Mazzon è costretto al time out sul 49-27.

Al 26′, Zandalasini esce infortunata e zoppicante dopo un contatto con Carangelo e al 27′, un punteggio sempre inchiodato, l’Umana Reyer dona il bonus. Proprio dalla lunetta Tassinari firma il +25 al 27’30” (52-27) e al 28’30” c’è il doppiaggio sul 54-27 di Battisodo, Autrice anche del 56-27 con cui si va all’ultimo intervallo a risultato virtualmente in cassaforte.

Nell”ultimo quarto l’Umana Reyer, senza più nulla da perdere, parte 0-7 con Attura, Thornton e la tripla di Madera, costringendo sul 56-34 al 32’30” la panchina bolognese al time out, in cui l’ escort coach Angela Gianolla riesce a scuotere le sue, che riprendono subito l’inerzia, ritrovando dalla lunetta il 60-34 al 34′ e poi il 62-34 al 35’30”. Il match a questo punto hab ben poco da dire. Arrivano ancora solo un canestro di Attura e la tripla di Sagerer che chiude il match sul 65-36.

Il tabellino della Virtus Segafredo Bologna – Umana Reyer Venezia 65 – 36 (18-10, 40-23, 56-27, 65-36)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Sagerer 8 (1/4, 2/3), Pasa 9 (3/5, 1/1), Tassinari 5 (0/1, 0/2), Tava, Barberis* 8 (1/2, 1/3), Laterza NE, Dojkic* 5 (0/6, 1/3), Battisodo 7 (2/5, 1/2), Turner* 10 (5/8 da 2), Zandalasini* 11 (4/ 8, 1/6), Cinili* 2 (1/2, 0/3) Allenatore: Gianolla.A.

Tiri da 2: 17/42 – Tiri da 3: 7/23 – Tiri Liberi: 10/15 – Rimbalzi: 53 14+39 (Zandalasini 12) – Assist: 14 (Dojkic 3) – Palle Recuperate: 8 (Cinili 3) – Palle Perse: 9 (Sagerer 3)
UMANA REYER VENEZIA: Bestagno* 4 (1/6, 0/1), Carangelo, Thornton* 6 (2/5, 0/3), Anderson* 10 (2/8, 1/2), Madera 5 (1/ 6, 1/3), Matteucci NE, Smorto, Attura* 4 (2/6, 0/4), Penna, Ndour Gueye* 7 (3/14, 0/1) Allenatore: Mazzon A.

Tiri da 2: 11/45 – Tiri da 3: 2/18 – Tiri Liberi: 8/14 – Rimbalzi: 43 14+29 (Bestagno 9) – Assist: 5 (Thornton 2) – Palle Recuperate: 7 (Thornton 2) – Palle Perse: 14 (Carangelo 3)

Arbitri: Wassermann S., Costa A., Frosolini I.

.

Leave a Reply

Your email address will not be published.