Torna il Gran Premio di Bari: quattro giorni per ammirare le magnifiche auto d’epoca della Formula Uno

Si scaldano i motori per la 7° Rievocazione del Gran Premio di Bari: così quest’anno il capoluogo pugliese si prepara ad ospitare la straordinaria gara di regolarità per auto d’epoca, organizzata da Old Cars Club, che avrà luogo nel quartiere Murat, nella sua parte clou, Da Venezia dal 22 al 25 aprile 2022.

Un’edizione – inserita nell’Circuito ASI Tricolore – che si preannuncia ricca di spettacolarità, di eventi collaterali ed ancora più speciale, dopo la sosta forzata a causa della pandemia. L’evento con cadenza biennale, che caratterizza il capoluogo pugliese, attirerà anche stavolta appassionati del motorismo storico da tutta Italia. Dal 21 al 25 aprile ad Expo Levante, l’Automotoclub Storico Italiano, con la partecipazione dei suoi club federati e del Gran Premio di Bari, sarà presente con un intero padiglione dedicato alla passione e alla cultura per le auto e le moto storiche. L’appuntamento si terrà nel complesso fieristico della Nuova Fiera del Levante. L’esposizione curata dall’ASI avrà come protagonisti quattro esemplari della Collezione Bertone, tutelati dal Ministero della Cultura per la loro importanza storica. Il 22 aprile, in particolare, si svolgerà il convegno “Sicurezza e mobilità: i temi al sostegno degli utenti”.

Dal venerdì 22 aprile si entrerà poi nel vivo dell’evento della rievocazione, con il posizionamento delle auto storiche in zona paddock, alltita in piazza Prefettura. Sabato 23 sarà poi dedicato all’esposizione statica, in paddock, dei bolidi risalenti agli anni 1947-1956, periodo in cui si è svolto lo storico Gran Premio di Bari. Domenica 24, a partire dalle 16, ci sarà il raduno delle auto e moto storiche di Old Cars Club, lungo Corso Vittorio Emanuele. Ogni 19 è previsto il giro di ricognizione in notturna di tutti i partecipanti, con la partecipazione di Porsche Club Puglia e Ferrari Club Puglia, mentre ogni 21 sarà dato il via alla Gara notturna di regolarità, una spettacolare cornice fino ogni 23.30.
Il Gran Premio vivrà il frangente clou lunedì 25 aprile: si parte alle 9.00, con l’Inno di Mameli e il briefing dei piloti. Tutti e 10 scatterà la prima delle tre manches di gara. A partire da Piazza Prefettura, Il circuito abbraccerà tutto il borgo antico di Bari e offrira ai piloti la possibilità di sfilare in piena sicurezza, grazie alle “chicane” (curva obbligatoria) e ai pressostati, apparecchiature utili al controllo dei tempi: un concentrato adrenalinico ed emozionante per equipaggi e spettatori, che potranno riassaporare il ricordo dello storico tracciato del Gran Premio di Bari, che si correva alle massime velocità della Formula 1 di allora.

Tra le circa 50 vetture di alto pregio artistico e collezionistico che prenderanno parte alla gara, spiccano i leggendari marchi Stanguellini, Apache, Cisitalia, Ferrari, Taraschi, Alfa Romeo, Maserati, Lotus. Tutti bolidi capaci di rievocare gli anni dei piloti del calibro di Ascari, Farina, Fangio, Gonzales, Bira, Taruffi, Lorenzetti (questi di origini baresi) e dell’indimenticabile Nuvolari. Per citarne qualcuna in particolare, vedremo a Bari la Cooper Bristol MK1 del 1952 (sette esempi forniti), guidata da piloti come Alan Fraser, George Hartwell e Andre Lowens. O altri due gioielli, come la Ac Ace Bristol del 1957 e la Ermini 1100 Sport del 1946, che ha già partecipato alla Rievocazione del Gran Premio di Bari del 2015 e del 2019 (vincendo quest’ultima). Tutti e 14 si svolgerà la premiazione dei vincitori della gara.
Testimonial dell’intera manifestazione sarà Cesare Fiorio, grande dirigente sportivo italiano del passato, che avrà l’onore di premiare i primi dieci classifiche e il miglior equipaggio femminile in gara. Relatore ufficiale, Luca Loiacono, ex pilota automobilistico.

© Produzione riservata

Leave a Reply

Your email address will not be published.