Wimbledon include i tennisti russi e bielorussi: l’ira del Cremlino- Corriere.it

Voi Gaia Piccardi

Il torneo conferma l’indiscrezione: “Condanniamo la guerra e non intendiamo arrecare alcun vantaggio al regime russo”. Furioso sportivi il portavoce di Putin Dmitry Peskov: «Rendere gli ostaggio di intrighi politici è inaccettabile»

Niente russi e bielorussi, siamo inglesi. A Wimbledon, dal lontano 1877 (Spencer Gore batte William Marshall nel derby inglese in finale), è sempre piaciuto fare di testa sua, in perfetta tradizione britannica (vedi la Brexit). E so il circolo di tennis private più del mondo ha religiosamente mantenuto l’erba mentre il resto dell’orbe terracqueo tennistico l’aboliva, il prevalentemente bianco come abbigliamento ai suoi ospiti, ha difeso la sacralità della domenica di mezzo fino a quest’anno, quando per la prima volta (senza una necessità calendario di dettata dal maltempo) il 3 luglio si giocherà. Forte della sua indipendenza di giudizio, e sotto la forte pressione del governo inglese di Boris Johnsonin sieme agli Stati Uniti il ​​​​maggior foraggiatore scatenato dell’Ucraina nella guerrata dallo zar Putin, Wimbledon 2022 vieterà l’ingresso da Doherty Gates ai tennisti russi e bielorussi.

II New York Timescui la notizia è stata confermata da una fonte anonima, è stato il primo a rilanciare il bando di Wimbledon: ammessi senza bandiera ea titolo individuale ai tornei maschili (ATP) e femminili (Wta) del circuito, ai giocatori e alle giocatrici russe e Bielorusso sarà impedita la partecipazione allo Slam di Londra, terzo stagionale, il primo prendere a una posizione così netta, come nel 2020: in piena, mentre il Roland Garros si affrettava a spostare la data a ottobre e l’Open Usa si chiudeva in una bolla quasi ermetica, Wimbledon auto-decise di cancellarsi. Niente tennis sull’erba pregiata di Church Road, quell’anno, con buona pace degli appassionati delusi.

La decisione del torneo inglese, Confermata da un comunicato stampa che non lascia spazio a fraintendimenti (“Esprimiamo la nostra solidarietà all’Ucraina, condividiamo la condanna internazionale alle azioni illegali della Russia: dato il profilo dei Campionati in Gran Bretagna e nel mondo, è nostra responsabilità limitare l’influenza della Russia in ogni modo possibile. inaccettabile acconsentire a qualsiasi far trarre al regime russo beneficio dalla partecipazione dei tennisti russi e bielorussi al torneo di Wimbledon di quest’anno») ma apre una finestra al cambiamento (“Se le circostanze cambieranno materialmente da qui a giugno, ci riserviamo di rivedere la decisione»), ha scatenato l’ira della Russia. “Dato che la Russia è un Paese forte nel tennis, le gare ne risentiranno”, ha detto ai giornalisti il ​​​​portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov. “Rendere gli sportivi ostaggio di intrighi politici è inaccessibile”. La Russia, in effetti, ha un suo peso nelle classifiche mondiali — due top 10 (Medvedev n.2 e campione in carica dell’Open Usa, Rublev n.8) —, la Bielorussia è presente nella top 10 femminile con Aryna Sabalenka, n.4 della classifica. Esclusioni non di pesci piccoli, insomma.

Una scelta “ingiusta” che “può creare un precedente thenoso per il tennis”. Così l’ATP commenta la “decisione unilaterale” presa dagli organizzatori di Wimbledon e della Federtennis britannica di portare dal torneo i giocatori di Russia e Bielorussia, che a delle sanzioni: «La disciplina basata sulla nazionalità è anche una violazione dell’accordo con Wimbledon cui si basa solo sulle classifiche dell’accordo con Wimbledon» Scrivi in ​​un comunicato l’Associazione dei tennisti presieduta da Andrea Gaudenzi, che riunirà il Consiglio per valutare la situazione.

La decisione radicale di Wimbledon e il commento a quella della sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali: «Wimbledon verso l’esclusione dei giocatori russi? Lo sport italiano segue e seguirà le linee del Cio e delle federazioni internazionali. L’Italia è allineata, ha un grande cuore e affronterà la situazione nel migliore dei modi, sempre al fianco degli atleti ucraini».

20 aprile 2022 (modificato in 20 aprile 2022 | 18:52)

Leave a Reply

Your email address will not be published.